Scopri Le Notizie Dell'Accademia Nazionale di Agricoltura

Scopri le Notizie sull'Accademia

7 Maggio 2024

Presentati i risultati finali delle attività formative scolastiche per l'Appennino

Si è svolta lunedì 6 maggio, presso l’Oratorio Filippo Neri a Bologna, la manifestazione di chiusura del ciclo di attività formative, dedicate allo sviluppo socio-economico dell’Appennino, svolte nell’arco scolastico 2023/2024 a favore delle quarte e quinte classi dell’Istituto di Istruzione Superiore “Arrigo Serpieri” di Bologna, degli Istituti Professionali Agrari “Luigi Noè” di Loiano e “Benito Ferrarini” di Sasso Marconi e del Liceo Scientifico Righi.

Le attività coordinate dall’Accademia Nazionale di Agricoltura, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna  e Ravenna,  si sono andate articolando in 9 corsi inerenti varie tematiche: dalla zootecnia alle filiere lattiero casearie, dal contrasto all’erosione agli interventi di ingegneria naturalistica, dalla gestione della castanicoltura alle nuove linee di sviluppo della frutticoltura, dall’organizzazione e gestione del bosco alle linee di azione del Testo Unico in  materia di foreste e filiere forestali, dall’utilizzo dei sistemi informativi geografici fino allo studio delle criticità ambientali. Le attività formative, che hanno coinvolto più di 200 studentesse e studenti, sono state seguite da 16 insegnanti in qualità di tutori e svolte da 17 docenti con lezioni frontali e visite guidate presso numerose aziende. Hanno collaborato al buon successo dell’attività formativa l’Arma dei Carabinieri Forestale Emilia-Romagna, i Dipartimenti di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari e di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna, il Centro Ricerche Produzioni Animali, il Consorzio Castanicoltori dell’Appennino Bolognese, il Consorzio della Bonifica Renana, la Cooperativa Sociale Campeggio di Monghidoro.

Prima dell’inizio delle attività formative è stato richiesto ad ogni studentessa e studente partecipanti la compilazione di un questionario di verifica delle conoscenze o competenze relative alle tematiche in seguito trattate.  Al termine delle attività è stata espletata una verifica sul conseguimento dell’obiettivo didattico e sul grado di soddisfazione riproponendo lo stesso questionario fatto compilare in ingresso. Agli studenti di ogni corso è stata consegnata in itinere la documentazione didattica sotto forma di riviste, dispense, schede, immagini pertinenti il Corso frequentato.  Al termine di ogni corso gli studenti hanno redatto in gruppo un report attestante le nozioni acquisite in campo e in laboratorio la cui raccolta ha permesso si redigere un volume di più di 200 pagine. Dal riscontro degli studenti e degli insegnanti appare evidente l’utilità delle attività formative svolte in quanto sollecitano l’attenzione degli studenti su argomenti poco conosciuti con il duplice scopo di stimolare interessi in una visione di brainstorming, dall’altro di fare intravvedere prospettive di lavoro in particolare per quei giovani che nel post diploma non intenderanno proseguire negli studi. L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, ha concesso il patrocino all’iniziativa in quanto di interesse per la comunità scolastica e per la sua rilevanza culturale.

Potrebbe interessarti anche

cross